La valutazione e la gestione dei rischi per la continuità e lo sviluppo del business

– Il risk assessment come leva operativa e strategica –

Raggiungere risultati aziendali è tanto più semplice quanto più si riescono a prevedere le variabili che possono ostacolarne il conseguimento. In un contesto con scenari mutevoli l’approccio ragionato alla valutazione dei rischi assume una importanza diversa rispetto al passato.
Se un tempo, infatti, ci si concentrava maggiormente sui rischi puri (cd. accidentali) e sui rischi finanziari delle imprese oggi è necessario destinare un elevato livello di attenzione ad altre due tipologie di rischi: i rischi operativi e strategici del core business, connessi al progressivo incremento del livello di concorrenza tipico di ogni arena competitiva, e ai rischi della “compliance aziendale”, cioè alla capacità di una azienda di adeguare strutture e processi ai sempre maggiori requisiti disposti dal legislatore o dalle autority competenti.

Il risk assessment ha assunto negli ultimi anni un ruolo determinante nelle valutazione delle scelte strategiche aziendali. La prima parte del corso è impostata infatti proprio su queste valutazioni.
Analisi di scenario e degli agenti di cambiamento tipici della competitività (nuove tecnologie, cambiamenti normativi, servizi o prodotti sostitutivi, etc….) con l’obiettivo di acquisire strumenti per intercettare in anticipo i cambiamenti, disegnare i nuovi scenari e orientare le scelte strategiche.
A questi contenuti si aggiungono le valutazioni sui rischi accidentali. Si tratta di rischi che hanno sempre un costo, indipendentemente dal fatto che siano gestiti o meno; per ridurlo al minimo e produrre utili aziendali è necessario individuare il mix ottimale di tecniche di prevenzione, protezione, trasferimento e ritenzione.
Il corso prosegue con le valutazioni sui rischi finanziari e sulle intersezioni tra tali rischi e quelli strategici e operativi puri e si conclude con le valutazioni sugli approcci di gestione e di comunicazione della compliance.

Programma

  • La valutazione dei rischi come approccio di gestione
  • I rischi operativi e strategici del core business
  • Le forze competitive
  • Strategie di business e strategie di corporate
  • I rischi operativi puri
  • Tecniche di prevenzione e protezione
  • Tecniche di trasferimento
  • Tecniche di ritenzione
  • I rischi finanziari
  • Valorizzare la compliance

Durata e modalità didattiche

Il corso dura complessivamente due giornate ed è aperto ad un numero massimo di 12 partecipanti. Le attività didattiche sono progettate per garantire il massimo apprendimento. I lavori prevedono fasi di osservazione riflessiva, concettualizzazione astratta, sperimentazione attiva, esperienza concreta.

  1. Approfondisci le Modalità Didattiche
  2. Leggi l’articolo “L’apprendimento esperienziale di Kolb”

Obiettivi

Il corso potenzia la capacità di:

  • analizzare i segnali del mercato in chiave di scenari competitivi;
  • individuare il posizionamento strategico più adeguato;
  • stabilire caratterizzazioni e diversificazioni del proprio business;
  • individuare approcci di gestione ottimali per i rischi accidentali;
  • valutare le interconnessioni dei rischi finanziari;
  • valorizzare gli sforzi per la “compliance.

A chi è diretto

La partecipazione è consigliata a Imprenditori, Dirigenti di azienda, Risk manager, Consulenti aziendali, Operatori del mercato assicurativo.

Come finanziare il corso?

Startegy Consulting è una società certificata UNI EN ISO 9001 ed è pertanto possibile finanziare i nostri corsi attraverso i principali fondi paritetici

Libreria

Dispense e guide per lo sviluppo personale e organizzativo

Share

Condizioni di partecipazione

La quota di partecipazione comprende

materiale didattico in copyleft

lunch

attestato di partecipazione

La quota di partecipazione non comprende

pernottamenti

Per informazioni sulla programmazione di questo corso richiedi un contatto

Numero massimo partecipanti

Contatti